Futuro

Scuola, percorsi di orientamento, opportunità all’estero, coworking, incubatori/acceleratori di impresa, fondi europei, progetti tra tradizione e innovazione.

Ariano lo sa che il processo educativo e formativo offerto dalle scuole non può essere assolutamente messo in ginocchio od ostacolato dalla recrudescenza di una malattia infettiva che nel recente passato ha duramente colpito la nostra città.

L’istituzione comunale contribuisce alla formazione umana, sociale e culturale degli uomini di domani non solo attraverso la valorizzazione di un’edilizia scolastica adeguata ed efficiente, ma anche attraverso strumenti atti a preservare il corretto processo formativo ed educativo dello studente. È, inoltre, considerato fondamentale il sostegno a proposte, iniziative e opportunità volte all’adeguamento dell’offerta formativa del territorio rispetto al costante progresso tecnologico, tecnico, scientifico e umanistico.

Nell’ottica della costruzione di una comunità di cui la partecipazione e la condivisione siano principi fondanti, ci prefiggiamo di promuovere la nascita del “Consiglio comunale dei ragazzi” prendendo spunto dall’art. 88 dello statuto del Comune di Ariano Irpino.

Intendiamo essere promotori di iniziative volte allo sviluppo delle competenze di cittadinanza in materia di sostenibilità ambientale, tutela del patrimonio storico-artistico e conoscenza del territorio di appartenenza.

Allo scopo di coniugare il processo di tutela del patrimonio e l’arricchimento dell’offerta formativa si incentiva e sostiene con ogni mezzo l’accesso ai musei appartenenti non solo al territorio di Ariano Irpino ma anche a quelli situati nell’area vasta. Sarà necessario sostenere lo studio e la ricerca relativa ai siti archeologici in sinergia con gli enti preposti e appoggiare tutte le iniziative tese a incentivare la conoscenza e la tutela dei beni storici, culturali e antropologici materiali e immateriali. In tale ottica si intende incentivare le collezioni museali, favorire la fruizione dei siti d’interesse e valorizzare il “Polo didattico e Scientifico” al fine di offrire contesti di apprendimento adeguati e alternativi alla popolazione scolastica.

Allo scopo di preservare il regolare percorso scolastico da una possibile ricomparsa dell’emergenza SARS-CoV-2 è recepita l’urgenza di migliorare la qualità dei servizi internet in modo che nell’evenienza di un nuovo utilizzo della DAD questa possa essere fruita con maggiore agibilità e senza ostacoli.

Si intende attuare quanto previsto nello spettro delle prerogative dell’ente comune per assicurare il rispetto delle norme anti-covid in conformità alle direttive del ministero dell’istruzione in materia di sicurezza sanitaria. Inoltre, si perseguirà l’obiettivo dell’apprendimento permanente attraverso il sostegno di progetti di lifelong learning e la contestuale valorizzazione della rete di scuole del territorio. È inoltre fondamentale offrire il massimo sostegno allo sviluppo delle sinergie tra scuola e mondo del lavoro interessando le imprese cittadine.

Si registra una chiara necessità di un confronto costante, una politica di ascolto e partecipazione che si fregi di strumenti contemporanei che li rendano protagonisti e promotori dei propri progetti. Un piano di politiche giovanili che accompagni giovani e giovanissimi nell’esprimere se stessi e nel diventare cittadini responsabili e partecipi alla vita della comunità.

In questa logica, intendiamo perseguire tali obiettivi: concedere l’utilizzo di spazi fisici, come già avvenuto nel caso del Forum della Gioventù, destinatario di una sede presso il Palazzo Bevere-Gambacorta; supportare organi di servizi quali lo sportelloinformagiovani”, per il quale dopo lungo tempo, si è riusciti a sbloccare l’intricato iter di affidamento, ereditato da precedenti gestioni, concedendolo in gestione ad una delle associazioni partecipanti; sostenere importanti realtà socio-culturali, ed è il caso del “ centro polifunzionale putipù”, per il quale si è proceduto ad espletare una procedura a evidenza pubblica; e ancora, destinare una struttura pubblica, o sovvenzionata da privati, che possa divenire uno spazio di aggregazione e formazione creativa ed espressione artistica ; incentivare progetti di scambio interculturale e professionale, primo passo in questa direzione la già avvenuta aggiudicazione al bando “Erasmusplus” che prevede l’erogazione di 70 borse di studio per giovani neodiplomati; la promozione di coworking, incubatori d’impresa e star-up, agevolando il confronto con diverse realtà interregionali tramite aziende che offrono una serie di servizi di supporto indispensabili per trasformare un’idea in progetto imprenditoriale.

Nostra priorità sarà affidarsi, tramite bando pubblico, ad europrogettisti, professionisti specializzati nei diversi programmi di finanziamento dell’Unione Europea, con specifiche conoscenze teoriche e abilità operative nel costituire partenariati mediante il coinvolgimento di più soggetti del territorio.